SPEAKER: Riccardo Giangreco

Riccardo Giangreco

Marketing & Communication Manager - Web & Social Marketing

Dal 1994 lavora nel settore delle consulenze di Marketing & Comunicazione con clienti umbri e nazionali. Anche con incarichi di direzione per alcune aziende. Nasce come pubblicitario in una delle più importanti agenzie mondiali (Ogilvy & Mather Italia); per poi passare nel campo del marketing seguendo corsi di studio appositi. Oltre ad essere un consulente è anche formatore/docente per Marketing e Comunicazione, Web Marketing & Social, tecniche di vendita; attività svolta per vari enti, agenzie formative ed aziende private. Copy, web copywriting, content manager, blogger completano il suo profilo professionale. Consulente per City Up, collabora attivamente con MPV italia/HUB Corciano/Nexo, ricoprendo incarichi relativi al settore formazione, comunicazione (web marketing e social marketing). In Nexo ha coadiuvato l’area Marketing e Social per il Philip Kotler Marketing Forum 2015 – PKMF Italy. Per Passione si sta specializzando nel mondo del Web Marketing e dei Social, nell’umile tentativo di scoprirne opportunità e limiti, anche dal punto di vista meno comune e degli approcci individuali; cercando visioni diverse d’uso e di approccio a questo mondo ed ai suoi protagonisti/abitanti.

  Web Site   Facebook  Twitter  Linkedin

Venerdì 25 Settembre

17:00 - 18:00

La rete che fa rete. il caso di PKFM Italy (Philip Kotler Marketing Forum) – un esempio di viralità

Andrea RomoliLucia FioravantiLuigi De SeneenMarco RaspatiRiccardo GiangrecoSara Santoni

Com’è possibile costruire un marchio attraverso l’uso intelligente della rete? La risposta ci è data da PKFM Italy, la storia di un Brand che non esisteva e che in soli cinque mesi è diventato uno dei topic più Tweettati in Italia. Durante il panel, infatti, verrà illustrato come, attraverso l’uso proficuo della comunicazione online e del digital marketing, è stato possibile raggiungere questo successo.

Sala del Teatro

09:30 - 10:30

Hub Corciano presenta: Tecnologia e marketing nel Food & Travel – Case History dall’Umbria

Fabrizio FratiniGiuseppe CritelliLetizia MencarelliRiccardo Giangreco

In questo contesto storico i Business Core dell’Italia continuano ad essere il settore Food e quello Turistico, due aspetti qualitativi che rappresentano l’eccellenza italiana nel mondo. Non a caso il successo di expo 2015, concentrato sul cibo e sul buon mangiare, che vede l’Italia leader indiscussa in questi campi. Il Turismo ed il Food rappresentano i Business Core dell’Italia, raccontando l’eccellenza italiana nel mondo, non a caso il successo di expo 2015, concentrato sul cibo e sul buon mangiare; che vede l’Italia leader indiscussa in questi campi. In questo incontro Hub Corciano, laboratorio di Idee innovative in Umbria, presenterà tre Case History Umbre (ma con un occhio al nazionale), che hanno avuto la grande idea di lavorare su questi trend. Utilizzando il giusto connubio alchemico fra: la modernità della tecnologia, la tradizione del buon mangiare e l'ospitalità. Inconfutabili caratteristiche italiane. Quando il cibo ed il buon mangiare si sposano con marketing & tecnologia, generando turismo.

Nido dell’Aquila

TopicFood

Sabato 26 Settembre

9:30 - 10:30

Community dell’innovazione. Tecnologia, persone e relazione

Francesca ParrettiRiccardo GiangrecoSara Sargenti

Nell’attuale scenario economico e sociale, il successo di un progetto o di un‘impresa si basa soprattutto sulle persone, attraverso loro si generano relazioni, che portano ad innovazioni, le quali si attuano grazie alla tecnologia, ma sopratutto alle idee. In questo incontro verrà presentato il concetto che è perno di Hub Corciano, la visione di una reale community, dove tutti sono creatori ed usufruitori di informazioni, con l’obiettivo di lavorare a progetti comuni per ottenere obiettivi condivisi. Il concetto di coworking fatto di idee e persone che si intersecano per creare un mondo migliore. Alla base del concetto di coworking c’è l’open space , nessun confine fisico ma tante professionalità che lavorano insieme, creando quindi una “community dei saperi” Difficoltà? In un contesto aperto, votato alle relazioni, alcune regole non scritte non sempre sono facili da rispettare.

Sala delle Ceramiche

Iscriviti alla newsletter: